Sentinel-3

I Sentinel sono una famiglia di missioni sviluppate dall’ESA per far fronte alle esigenze operative del programma Copernicus. Ogni missione è dotata di una diversa gamma di tecnologie e si concentra su aspetti diversi dell’Osservazione della Terra: il monitoraggio atmosferico, quello oceanico e quello terrestre; i dati raccolti vengono utilizzati per un’ampia gamma di applicazioni.

Sentinel-3 è dotato di numerosi strumenti per il rilevamento e la misurazione topografica della superficie marina, della temperatura e del colore sia degli oceani che del suolo, il tutto con l’obbiettivo principale di supportare i sistemi di previsione marittima, il monitoraggio climatico e quello ambientale.

I dati messi a disposizione da ONDA sono forniti dall’ESA e dalla Commissione Europea .

Dettagli della missione

Lanci: Sentinel-3A: 16 febbraio 2016, Sentinel-3B: 25 aprile 2018

Orbita: Polare, eliosincrona a un’altitudine di 815 km

Intervallo di copertura: Sentinel-3 è una costellazione di due satelliti che orbitano a una distanza di 140°. Ogni satellite fornisce una copertura di 27 giorni (385 orbite).

Strumenti:
Rilevatore cromatico per oceani e terraferma (OLCI, Ocean and Land Colour Instrument).
Radiometro per la temperatura superficiale marittima e terrestre (SLSTR, Sea and Land Surface Temperature Radiometer).
Altimetro radar ad apertura sintetica (SRAL, Synthetic Aperture Radar Altimeter).
Radiometro a microonde (MWR, Microwave Radiometer).

Principali applicazioni: Mappatura della variazione del livello dei mari e della loro temperatura superficiale, gestione della qualità delle acque, mappatura di estensione e spessore dei ghiacci marini; cartografia della copertura del suolo, monitoraggio dello stato di salute della vegetazione; monitoraggio dei ghiacciai e delle risorse idriche; rilevamento degli incendi e previsione; modelli numerici di previsione meteorologica.

Per saperne di più

Disponibilità dei dati di Sentinel-3

I prodotti Sentinel-3 con data di rilevamento anteriore a quattro mesi sono archiviati sull’ONDA Archive.